Quotidiario

APPUNTI DAL CRONICARIO

“Quotidiario” è il nome che ho scelto per il mio blog personale. Vuole essere appunto una sorta di “diario quotidiano” in cui, attraverso i miei articoli-post pressoché giornalieri, annoto svariati pensieri, propongo vari commenti, mi impegno a svolgere dei ragionamenti, riflessioni, considerazioni, a proposito di quanto accade attorno a noi, nel mondo o più vicino a casa nostra… Tutto questo, alla luce delle notizie che a ritmi forsennati e a getto continuo ci vengono propinate dalla stampa tradizionale (giornali, riviste, periodici, rotocalchi, fogli, bollettini, comunicati…), dalla televisione (telegiornali, talk-show e format vari, notiziari, sondaggi…), dalle trasmissioni radiofoniche, dai social networks (piattaforme di incontro e discussione superficiali e prêt-à-porter, da dove ormai rimbalza di tutto e di più!), e dai numerosissimi media e siti on-line che si occupano di “giostrare” quell’enorme calderone e caleidoscopio in cui l’informazione risulta confusamente ammassata, dentro quell’indistinguibile e imperscrutabile unicum in cui appare vera qualunque cosa e anche il suo contrario… L’universo della cronaca soffre di turbe patologiche pazzesche e pazzoidi. È malato. Malato anche di grandeur. Ormai è un paziente cronico e il suo male appare irreversibile. Per questo motivo la presente sezione del mio sito è una specie di “cronicario”: un ospedale, un nosocomio, la clinica dove si discute del decorso delle malattie e si mettono in evidenza i peggioramenti. Ma in verità, non solo in relazione al pianeta dell’informazione, bensì anche in riferimento a quanto offrono i servizi pubblici rivolti a una cittadinanza sempre più disorientata e perplessa…