Contenuti

Cliccando sulle immagini dei loghi si accede alle diverse aree tematiche del sito

Questa sezione è una sorta di blog in cui pressoché ogni giorno annoto i miei appunti, i disappunti, pensieri, osservazioni, commenti, critiche, riflessioni e considerazioni, a partire da quanto si legge e si apprende dalle notizie che circolano attraverso le cronache quotidiane (di qualunque risma e svariate tipologie: stampa, giornali, magazines, televisione, radio, Internet, social network, bar…).

Questa sezione è dedicata alla mia attività (free-lance) di graphic designer e copywriter. Vi si illustra in che cosa consiste l’attività medesima ed è possibile prendere visione di una selezione dei lavori da me realizzati negli ultimi anni. Inoltre, per chi fosse interessato non manca l’opportunità di acquistare alcune opere, o di richiedere e commissionare un lavoro ad hoc, ispirato a qualcuna delle esecuzioni qui esposte.

Questa sezione, suddivisa in vari ambiti, è riservata ai libri. In particolare ci si occupa della recensione di molti testi, di narrativa o di saggistica, contemporanei o datati, di qualsivoglia genere e relativi ai più svariati argomenti. Si contempla inoltre un’area dedicata alle citazioni letterarie, e uno spazio in cui si pubblicano brani estratti dalle opere letterarie. Non mancheranno le notizie e i commenti inerenti le ultime uscite editoriali.

Questa sezione vuole caratterizzarsi come una sorta di osservatorio riservato alle piccole disfunzioni, ingiustizie, disservizi, anomalie, inefficienze, stranezze, incongruenze, incoerenze, che si possono registrare o nelle quali ci si può imbattere durante la vita quotidiana, nei rapporti con le istituzioni pubbliche ma anche con le realtà private. Chiunque può segnalare fatti, episodi, vicende, notizie, utili a denunciare le situazioni più eclatanti.

Questa sezione è un organo di informazione. Un giornale, a periodicità variabile e indefinita. Uno strumento dedicato soprattutto all’approfondimento, gestito direttamente da me. Ma aperto al contributo di tutti. Perché lo immagino proprio come un caffè: nel senso di un bar, un locale pubblico in cui i clienti, gli avventori, grazie alle conoscenze dirette sul campo, nella comunità, e grazie al confronto continuo, si trasformano in giornalisti.

In questa sezione pubblico qualche vignetta, striscia fumettistica, disegno umoristico, illustrazione, caricatura satirica, il tutto ispirato dai fatti dell’attualità. Possono essere lavori eseguiti a mano e su carta, con le più diverse tecniche, oppure utilizzando gli appositi programmi per la realizzazione digitale dei medesimi. L’obiettivo di queste proposte è sempre e soltanto l’ironia, mai la critica. E nessuna intenzione polemica.

Questa sezione rappresenta la mia… casa editrice! Vi pubblico, in maniera per ora disordinata ed estemporanea, i miei racconti, i romanzi iniziati, storie, poesie, prose, articoli saggistici, memorie… Non escludo che prima o poi da questa casa editrice “virtuale” possa scaturire una vera e propria attività editoriale, in grado di dare voce e spazio ad autori o aspiranti tali, giovani, sconosciuti, ma provvisti di una discreta dose di talento.

Questa sezione costituisce in pratica un raccoglitore delle mie ricette. O presunte tali… Perché non si tratta certamente di “piatti” sopraffini, originali o fantasiosi. Sono le semplici ricette gastronomiche che mi diletto a realizzare nella quotidianità, da perfetto ignorante in materia di cucina. Si tratta delle ricette di un povero diavolo che si mette ai fornelli con l’intento di preparare del cibo… per il quale nessuno ci ha rimesso la vita.

In questa sezione raccolgo le mie fotografie, per così dire, artistiche. Si tratta di un florilegio di immagini scattate durante qualche viaggio, escursione, gita, ma soprattutto nel corso delle mie passeggiate o, come le chiamo io, le “peregrinazioni podistiche” in giro di qua e di là. Il camminare stimola la creatività, e qui intendo pubblicare solamente le istantanee che hanno la pretesa di “raccontare qualcosa” di significativo o di emotivamente bello.

Questa sezione è una specie di contenitore musicale. Un’antologia caleidoscopica e un po’ bizzarra di brani musicali di ieri e di oggi, recensioni di dischi e album, manifestazioni, concerti ed eventi ai quali ho assistito… Non possiedo la benché minima nozione di base della musica, né posso vantare alcuna esperienza in questo campo, e quindi i commenti e le critiche che propongo, sono del tutto gratuite oltre che chiaramente superficiali.

In questa sezione parlo di cinema e teatro, fiction e spettacolo. Partendo naturalmente da ciò che vivo e dagli eventi ai quali mi capita di assistere, esprimo i miei commenti, analisi e valutazioni, giudizi e pregiudizi, a proposito di film, rappresentazioni teatrali, recite, allestimenti artistici, esibizioni, show televisivi, e qualunque altra opera dell’ingegno che presupponga l’arte dell’interpretazione e della “finzione”.

Questa sezione si sofferma sul mondo del calcio. Le cui dinamiche e le cui leggi lo hanno reso uno “specchio” di come funziona e risulta concepita l’esistenza umana. Tra commenti alle partite e critiche nei confronti di determinati avvenimenti o fenomeni che caratterizzano l’universo del pallone, mi diletto a “punzecchiare” lo strapotere del ricchissimo sistema pallonaro, sottolineandone innanzitutto le miserie e le innumerevoli meschinerie.